Telai equatore

Le nuove tecniche, per migliorare l’allevamento delle api.
Regole del forum
Prima di postare leggere sempre le "Istruzioni per l'uso" e utilizzare il tasto "cerca" in alto a destra di ogni pagina. Grazie per la collaborazione.

Telai equatore

Messaggioda lora casadei » 15/07/2011, 12:28

mi sono preparata molti telaini equatore per poter sostituire piano piano in parte quelli vecchi. Qual'è il momento migliore? Nel caso fosse ora posso metterli anche se ho ancora I MELARI? I telaini li ho preparati alcuni con chiodini e 1cm più mezzo di foglio cereo già pronto, altri solo colle barrette di legno, cosa è meglio? Le sarei grata di una delucidazione, ho letto tutto quello che il Si. Adolfo ha scritto, ed anche quello su apicoltura on line, e devo dire che ho taaanta teoria, ma la pratica difetta un pochino!!!! Grazie.
lora casadei
Larva
Larva
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 20:01
Località: Monte Terminillo (RI)
Sesso: Femmina
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 15/07/2011, 15:39

Gentilissima F.Lora Casadei
E' un grande piacere risentirla

Segnalo agli amici intimi che quando l'orchestra Casadei suona le polKe.. perfino i paralitici si mettono a ballare

Oggi solo per rassicurarla che risponderò.
Lieto se altri lo vorranno pure fare
A presto
dallo "Zio" Adolfo
Ultima modifica di adolfopercelsi il 20/07/2011, 0:23, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda Carlos » 19/07/2011, 15:12

Salve a tutti quali sono i vantaggi di un teaio equatore rispetto alla normalità? Perchè usarlo?
Grazie delle risposte che mi darete.
Avatar utente
Carlos
Larva
Larva
 
Messaggi: 122
Iscritto il: 19/07/2011, 15:06
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 19/07/2011, 23:31

Carlo11 ha scritto:Salve a tutti quali sono i vantaggi di un teaio equatore rispetto alla normalità? Perchè usarlo?
Grazie delle risposte che mi darete.


Ciao Carlo . Sono lo "Zio", padre extra uterino del favo-equatore.
In Sanità delle api,
sottotitolo Le virosi delle api

Immagine

Ti ho dedicato un'intera e-mail con link personalizzati ( Il come lo vedrai)
con una sfilza di links sul favo-equatore ;
come far fare l'intera cera alle api stesse

Carlo V, primo re di Spagna, aveva un regno su cui non tramontava mai il sole
Ho osato fare un accenno analogo ..al tuo apiario su cui auguriamo" non tramonti mai ..il sole"
Buona lettura. Con calma
Ne avrai per un mese
(a.p.)
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda Carlos » 20/07/2011, 14:31

Grazie della risposta.
Quindi posso usare fogli cerei biologici su un favo normale invece di un favo equatore perchè arriverò allo stesso risulato. Anzi facendo così eliminerò anche gli inconvenienti che ho letto in giro. :ciau:
Avatar utente
Carlos
Larva
Larva
 
Messaggi: 122
Iscritto il: 19/07/2011, 15:06
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 21/07/2011, 12:35

da a.p.
per l'amico Carlo


"Dobbiamo riconoscere alle nostre api api il diritto di essudare tutta la loro cera come quelle allo " stato selvatico"

Il foglio cereo non ha la stessa efficacia del favo-equatore

spore in uscita
spore in uscita2

Da Carlo
“Grazie della risposta.
Quindi posso usare fogli cerei biologici su un favo normale invece di un favo equatore perchè arriverò allo stesso risultato. Anzi facendo così eliminerò anche gli inconvenienti che ho letto in giro”


Non so, Carlo, se tu sia apicoltore agli inizi. In questo caso
il segreto per-azzeccare qualcosa è di realizzare tutto il contrario di ciò che si è pensato

Dobbiamo riconoscere alle api il diritto di essudare la cera con la la modalità sanitaria che le aiutate a sopravvivere

“Favo biologico intero", stesso risultato del favo equatore? NO
Il favo cereo intero anticipa tantissimo il tempo in cui le api invece dovrebbero restare con pochissimo miele nello stomaco; solo,cioè, quello nuovo importato dalle bottinatrici..

Nell"’equatore" si offrono solo poche fila di esagoni cerei..

Siamo decisamente fuori strada, dal punto di vista apistico e ciò non secondo me da parte di chi “conosce” le api

Immagine

Qualche proposizione al riguardo
“Occorre obbligare le api ad un digiuno di 4-5 giorni, asportando totalmente il miele dalla loro arnia,
costringerle “passarselo bocca a bocca”, bruciando dal punto di vista alimentare anche quello residuo che hanno nell’esofago,

indurrà le spore a oltrepassare in maniera coattiva le maglie di questo filtro sanitario per solo materiale in uscita.

Impianti particolari ( tubi malpighiani..) separeranno residui di ceneri del miele, suoi scarti molecolari, e oltre tenere sano il prodotto alimentare del ventricolo,
attraverso membrane degne di inventori genialissimi, sempre all’insegna della semplicità, forniranno energia ai vari organi dell’ape.

Tutto ciò che riguarda il prodotto miele, sfruttato, anabolizzato (ricostruito) con relative spore pestifere che lo colonizzavano,
finiranno in esterno, sia pure non subito, grazie alla capacità volumetrica elasticizzabile della ampolla rettale..”

1)Sarebbe troppo comodo poi se il favo biologico ci salvasse da “ciò che si legge in giro”

2)Ti risulta che chi usa il favo biologico abbia le api sane? O che chi è ricorso al sublimato anche cinque volte di seguito ogni cinque giorni stia bene in rapporto alla presenza di varroe alle varroe?

-Carlo sono interrogativi difficili ma che ho voluto ugualmente dedicare alla, per me certa, tua grande sensibilità

Viva la vita!
Dallo “Zio” Adolfo
Ultima modifica di adolfopercelsi il 21/07/2011, 15:25, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 21/07/2011, 13:42

lora casadei ha scritto:.. I telaini li ho preparati alcuni con chiodini e 1cm più mezzo di foglio cereo già pronto, altri solo colle barrette di legno Grazie.

--
dallo "Zio"
per me è difficile risponderti già sui telaini stessi, come li imbastisci
Non capisco cosa significhi in concreto
“con chiodini e 1 cm ? mezzo foglio cereo; altri con barrette di legno.”
--
Non va bene il discorso del mezzo foglio cereo;” ancora “peggio quello dell’amico Carlo anche se paludato di biologico..
Dobbiamo riconoscere alle api il diritto di farsi loro tutta la cera come quando allo stato selvatico costruiscono gli interi favi.. portando avanti la modalità sanitaria che ha permesso loro di arrivare vive fino a noi


--Coraggio. Ci si spiegherà pian piano. Ne sono certo. Intanto presento già degli allegati che troverai su Tecniche apistiche.Sottotitolo “Mini attrezzature Percelsi” in data 21/07/2.011
Miei allegati di ultima realizzazione
che ritengo diano risultati sempre positivi. Partono con cellette femminili già costruite
Se vuoi. Dagli un’occhiata
“Aprire un’arnia sorridendo “
lora

Ti anticipo qui ciò che mi piacerebbe anche tu realizzassi, pur se in un’ arnia sola

Curiosa tutti gli allegati
(Zanzariera ma sistemata con le due aste laterali che permettono di alzarla in fretta e facilità.
Lasciala sotto al coprnido( estate ed inverno /( Preciso questo perché è stato divulgato il contrario)

Immagine



Le api non ti attaccheranno più, perché tu le potrai nebulizzare; protetta-in piena sicurezza, già "dall'esterno"

Fatti aiutare da chi ti vuol bene

Buona giornata dallo “Zio” Adolfo
Ultima modifica di adolfopercelsi il 25/08/2011, 3:32, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda Carlos » 21/07/2011, 21:53

Premetto che ho il brutto vizio di far cambiare spesso la cera alle api :eheh:
Quando ho incominciato a sostituire i fogli cerei ho fatto come ha detto lei, ho tolto tutti i favi di miele e dopo un settimana ho messo i fogli cerei bio.
Io non ho affermato che il favo con cera bio mantiene le famigie sane, come neanche far costruire la cera alle api mantiene le famiglie sane.
Finchè si useranno l'apistan, l'apivar ci saranno sempre residui nella cera. Quando la varroa arrivò e mise in ginocchio l'apicoltura il fluvalinate come l'amitraz sono riusciti a non far tracollare l'apicoltura.
Ora se nè può fare pure a meno secondo me! :mha:
Comunque non ho capito la differenza tra telaio equatore e cera bio. :oo:
Avatar utente
Carlos
Larva
Larva
 
Messaggi: 122
Iscritto il: 19/07/2011, 15:06
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 22/07/2011, 0:51

Carlo11 ha scritto:Premetto che ho il brutto vizio di far cambiare spesso la cera alle api :eheh:
Quando ho incominciato a sostituire i fogli cerei ho fatto come ha detto lei, ho tolto tutti i favi di miele e dopo un settimana ho messo i fogli cerei bio.
Io non ho affermato che il favo con cera bio mantiene le famigie sane, come neanche far costruire la cera alle api mantiene le famiglie sane.
Finchè si useranno l'apistan, l'apivar ci saranno sempre residui nella cera. Quando la varroa arrivò e mise in ginocchio l'apicoltura il fluvalinate come l'amitraz sono riusciti a non far tracollare l'apicoltura.
Ora se nè può fare pure a meno secondo me! :mha:
Comunque non ho capito la differenza tra telaio equatore e cera bio. :oo:

--
Dallo "Zio"

--Segnalo quasi a mo' di relax
che l'e-mail citata qui sopra( con buona dose di acido formico-con incomprensioni, una dietro l'altra, del mio testo)
è stata scritta ieri 21 luglio alle ore 20,53

Nel solo tempo di un minuto il signor Carlo finisce sull'argomento virosi.

Legge qualcosa al riguardo
Sempre ieri, quindi, 21 luglio, ore 20,54( dopo un minuto dall'altra )
nascono proposizioni
di una precisione estrema.

Per me Carlo è il primo in assoluto, tra tutti i Forum d'Italia, dopo il nostro che ne ha già pagine intere.
..E' il primo a citare nientemeno che il dsRNA

-Il suo "'acido formico precedente" dell'e-mail, evapora del tutto. Nascono proposizioni estremamente confidenziali;
intrise di speranze (quasi) già a portata di mano.

Sentiamolo
"Un amico che vive negli Stati uniti mi ha detto che lì stanno testando dei prodotti a base di dsRNA
che sono progettati per proteggere le api da malattie infettive e da parassiti come ha già detto lo zio Adolfo.

-Si tratta di un alimento con l'aggiunta del farmaco che dato alle api accresce le loro difese immunitarie.
La sperimentazione è molto promettente, devo chiedergli se me ne manda un pò"
Commovente. Di questo ne riparlermo

Per contraccacambiare Carlo, ma ancora sempre in prima Visione, ecco ciò che scrive uno che ha addirittura partecipato a queste prove sul campo: R.Oliver: A.B.J marzo 2011. "

"Trans generational Immune Priming"
Il fulminante-innesco( Priming) dell'immunità trans generazionale

"When fed in sugar syrup, it kisk start the natural antivirus response in bees"

"Quando alle api si somministra lo sciroppo zuccherino,
scatta nelle api la loro naturale risposta antivirale.."
Termino
-Signor Carlo, tutte le sue osservazioni hanno una risposta in questa ultima missiva.
Anche il non capire qualcosa, poi, non è per nulla un dramma.
Non è obbligatorio assimilare tutto.
(a.p.)
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda lora casadei » 22/07/2011, 10:50

spiegarsi scivendo a volte è difficile perchè uno ha una visione che non riesce a mettere per iscritto. Io volevo chiedere se quella piccola linguetta di cera che Lei mette attaccata ai chiodini in alto nel telaio equatore scaldando chiodo dopo chiodo di altezza 1,mezzo/2 cm, deve essere riportata anche sotto nella perte inferiore del telaino obasta quella sopra, io ho letto quasi tutto quello che Lei ha scritto di tecniche apistiche e cartoni animati ecc. e ho solo questo piccolo dubbio. Inoltre la zanzariera l'ho già messa, e quando apro nebulizzo, anche se le prime volte mi porto pure il fumo, (l'inesperienza genera insicurezza che a genera paura) a proposito la zanzariera la vendono sia di cotone che sintetica, io ho preso quella di cotone, sbagliato perchè quell'altra è più resistente? Vede sig, Adolfo, io amo le api e desidero per loro il meglio, il miele non mi piace neanche tanto, lo assaggio per compiacerle (le api) ma non essendo uno scienziato come lei, il dubbio mi assale ogni volta che faccio una cosa, e anche se la logica mi suggerisce cosa fare, poi il cervello comincia a elucubrare e .....addio entro nel pallone!!! Per lei è facile parlare, ma tutte le cose quando si sanno sono facili, è quando non si sanno che sono molto difficili, quindi abbia pazienza con chi vuole imparare, e ce la mette tutta, e alla fine vedrà che i suoi " alunni "le daranno grandi soddisfazioni!!
lora casadei
Larva
Larva
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 20:01
Località: Monte Terminillo (RI)
Sesso: Femmina
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 22/07/2011, 19:45

lora casadei ha scritto: vedrà che i suoi " alunni "le daranno grandi soddisfazioni!!

---
dallo "Zio"
Gentilissima Lora
quando avrà tempo per scappare dai dieci fornelli accesi contemporaneamente con temporalità di cotture diverse veda

Tecniche apistiche, un sotto titolo" Mini modalità attrezzature Percelsi-"
Le ho dedicato il pezzo
Spero non le dispiaccia la motivazione
--
"..quella linguetta di cera che Lei mette attaccata ai chiodini in alto .. scaldando chiodo dopo chiodo di altezza 1,mezzo/2 cm, deve essere riportata anche sotto nella parte inferiore del telaino o basta quella sopra?"

No! Come da allegati ci va anche quella sotto. Altrimenti le api costruirebbero partendo solo dai bordi della barretta,

"la zanzariera l'ho già messa, e quando apro, nebulizzo.."
Anche qui c'è un trucco facile
Si veve aprire mettendo allo scoperto solo due telai.
Per fare questo occorre aver accessoriata la rete con due aste porta bandiera, abbastanza pesanti da tenere poi ben tesa la "zanza" quando la srotolerà per chiuderla. Lo faccia con calma,titillando un secondo il dorso delle api ancora vaganti sulle mura della loro cittadella
Si sposteranno sùbito.
Non ne schiaccerà alcuna

"...la zanzariera.."
Io prendo dal ferramenta la zanzariera sintetica ( costa meno?)e di colore bianco. Vedo meglio che con il grigio
La "zanza", sia serena, non è mai sottoposta a forti urti

"..vedrà che i suoi " alunni "le daranno grandi soddisfazioni!!

Lei è di certo una di quelli-quelle!
-Con stima unitamente a tutto il Forum

Può rifare le domande.
Ha ancora dieci buoni gratis a disposizione
Viva la vita
Dallo "Zio" Adolfo
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda lora casadei » 24/07/2011, 11:42

OK. capito, non è una domanda è una risposta, quindi ho ancora le mie dieci a disposizione!!!
lora casadei
Larva
Larva
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 20:01
Località: Monte Terminillo (RI)
Sesso: Femmina
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda lora casadei » 22/08/2011, 12:26

Gentile sig. Adolfo, non la chiamo Zio perchè ho tante primavere sulle spalle quindi mi sembra...inopportuno, ho letto tuto -malato.nr.10 veramente interessante ed istruttivo, alcune cose non le ho capite tipo quelle sull'ossigeno delle api, ma per me troppo "tecniche", ho un misero diploma, non 3 lauree!!!!!Penso di aver capito che i telaini equatore bisogna cambiarli in primavera, neanche inoltrata, lei dice tutta la cera, quindi immagino tutti i telaini, ma sicuramente ho capito male, insomma ho confusione nel cervello causata da insicurezza, quando avrà un pò di tempo, tanto la primavera è lontana se mi dà qualche dritta la ringrazio, una curiosità, ma se faccio l'autostrada in alluminio leggero, poi con il caldo elevato non diventa ustionante? ultima informazione poco importante ma se avrà la bontà di prenderla in considerazione..... le mie api non bevono dagli abbeveratoi quelli commerciali messi a loro disposizione vicino alle arnie, ma preferiscono bere posandosi sulle ninfee del laghetto dei pesci, ora in questo periodo un pò puzzicchia, può dar loro fastidio? So che ha tanto da fare, se trova questa domanda un pò......perditempo, non ci faccia caso, e parliamo di cose più importanti tante buone cose e a presto, sempre grazie!!!!
lora casadei
Larva
Larva
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 20:01
Località: Monte Terminillo (RI)
Sesso: Femmina
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda lora casadei » 25/08/2011, 11:58

Oggi ho messo il mio primo telaino equatore, sono emozionata, ho traslocato una famiglia da un'arnia normale in una trasparente di Marco, (theflightofthebumblebee) e siccome mancava 1 telaino ho messo quello, e chiaramente visto che è trasparente tutti i giorni anche 2 volte andrò a vedere come procede!!!!!!Un grazie al sig. Adolfo che mi ha spiegato con pazienza infinita come si fà.
lora casadei
Larva
Larva
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 01/12/2010, 20:01
Località: Monte Terminillo (RI)
Sesso: Femmina
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda openair » 09/03/2012, 12:22

Ho deciso di iniziare a mettere telai equatore nelle mie attuali 6 arnie.
Ricapitolando, prendo un telaino normale sguarnito di fili e foglio cereo, esattamente nella meta' del telaino metto una stecca orizzontale e la fisso con due chiodi laterali.
Metto una striscia di mezzo centimetro di cera (e' proprio necessario??) sulla stecca superiore e quella "equatore"...

Ho capito bene ? :eheh:

Due domande, i telaini una volta costruiti sono facilmente maneggiabili o risultano piu' fragili ?
Si puo' iniziare gia' da ora, o meglio operare dopo l'acacia ? (vorrei evitare di trovarmi uno stuolo di fuchi :^^: )

Grazie
Ultima modifica di openair il 09/03/2012, 13:28, modificato 1 volta in totale.
openair
Uovo
Uovo
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 28/02/2012, 10:53
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 09/03/2012, 13:24

openair ha scritto:Ho deciso di iniziare a mettere telai equatore nelle mie attuali 6 arnie.
Ricapitolando, prendo un telaino normale sguarnito di fili e foglio cereo, esattamente nella meta' del telaino metto una stecca orizzontale e la fisso con due chiodi laterali.
Metto una striscia di mezzo centimetro di cera (e' proprio necessario) sulla stecca superiore e quella "equatore"...

Ho capito bene ? :eheh:

Due domande, i telaini una volta costruiti sono facilmente maneggiabili o risultano piu' fragili ?
Si puo' iniziare gia' da ora, o meglio operare dopo l'acacia ? (vorrei evitare di trovarmi uno stuolo di fuchi :^^: )

Grazie


Ciao " apicoltore all'aria aperta"
Appena posso ti risponderò volentieri. Sarà un trionfo
Vedi intanto di prepararti dei favi da nido vecchi a cui togli tutta la cere passandoli alla fiamma del cannello..

Va bene, da me anche verso il 20 aprile quando iniziano a sciamare..e quindi già con voglia di costruire ad ogni costo. Ciao. A presto
Dallo "Zio"Adolfo
Ultima modifica di adolfopercelsi il 09/03/2012, 13:44, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda openair » 09/03/2012, 13:31

Ok, allora attendo ed intanto mi procuro i telaini da utilizzare :^^:
Dalle mie parti siamo nell'entroterra marchigiano a 400 metri sul livello del mare :)
openair
Uovo
Uovo
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 28/02/2012, 10:53
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 09/03/2012, 14:28

openair ha scritto:Ok, allora attendo ed intanto mi procuro i telaini da utilizzare :^^:
Dalle mie parti siamo nell'entroterra marchigiano a 400 metri sul livello del mare :)


Si tratta di file di qualche anno fa ma vanno ancora bene
Grazie alla totale funzionalità del nostro Forum Angrisani è possibile mostrarci sùbito il soggetto in questione
Ciao.. Se hai altre specifiche perplessità scrivici.
--
pienaria1

openair

pienaria3
pianaria4


pienaria5
pienaria6

Ciao dallo "Zio" Adolfo

Leggiti la e-mail del 21/07/2011
in questa stessa sezione ed eventualmente anche altre
C'è gente che non ha ancòra capito l'utilità del ricorrere alla sola mini striscia . Ciò fa si che le api siano costrette a consumare tutto il miele che hanno nello stomaco ed espellerne i residui, batteri compresi..

In pratica obblighiamo le api a comportarsi come quando finiscono su una pianta ..Non hanno già a disposizione

dei fogli cerei. Vivono solo per giorni con il miele insilato per la partenza ed usufruiscono soltanto di ciò che le "bottinatrici portano a casa anche se ancora con molta acqua.. Ciao ciao
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda antonov » 09/03/2012, 17:35

Salve!
ho dato una scorsa alla dotta discussione sul telaio equatore, interessantissima......, qualche semplice considerazione me la consentirete? Non ho nulla contro le innovazioni, anzi, senza saremmo ancora nella savana..
ma ho una particolare inclinazione verso le cose semplici, quelle che funzionano secondo il principio del minimo mezzo, ora dare un telaio con un normale foglio cereo, non disabitua le api all'essudazione della cera, le pareti delle cellette le dovranno comunque costruire, pur riciclando ogni possibile sbavatura e\o eccesso di cera, valutiamo inoltre che per produrre un grammo di cera le api consumeranno intorno a dieci g di miele, oltre il tempo e la fatica. Io uso cambiare da due a tre telai ogni anno, eliminando quelli più pesanti e scuri, e le famiglie fanno il loro dovere; sarò semplicistico, ma non ancora frequentatore dell'U.C.A.S.
Antonov
antonov
Uovo
Uovo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 01/11/2010, 19:38
Località: San Floro (CZ)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Re: Telai equatore

Messaggioda adolfopercelsi » 09/03/2012, 19:43

antonov ha scritto:Salve!
ho dato una scorsa alla dotta discussione sul telaio equatore, interessantissima......, qualche semplice considerazione me la consentirete? Non ho nulla contro le innovazioni, anzi, senza saremmo ancora nella savana..
ma ho una particolare inclinazione verso le cose semplici, quelle che funzionano secondo il principio del minimo mezzo,

ora dare un telaio con un normale foglio cereo, non disabitua le api all'essudazione della cera, le pareti delle cellette le dovranno comunque costruire, ( Cosa vuoi dire con questo? a.p.)

pur riciclando ogni possibile sbavatura e\o eccesso di cera, valutiamo inoltre che per produrre un grammo di cera le api consumeranno intorno a dieci g di miele, oltre il tempo e la fatica.

Io uso cambiare da due a tre telai ogni anno, ( sei già bravo. Io glieli faccio costruire per intero ogni anno.. e questo finché le cose non cambiano)

eliminando quelli più pesanti e scuri, e le famiglie fanno il loro dovere; sarò semplicistico, ma non ancora frequentatore dell'U.C.A.S.
Antonov


--
Ciao Antonov..Sono a.p..

Viste le copiose osservazioni vorresti esserci "utile "
anche nel commentare queste due proposizioni di una e-mail recentissima

"C'è gente che non ha ancòra capito l'utilità del ricorrere alla sola mini striscia" .
"Ciò fa si che le api siano costrette a consumare tutto il miele che hanno nello stomaco ed espellerne i residui, batteri compresi"
Tu, vivi ancora in qualche anfratto di Paradiso terrestre dove le api fanno ancora "il loro dovere?"

Se sei così fortunato

ci puoi inviare, se vuoi, un qualche favo dei mesi prossimi .. e cosa difficile ( almeno teorica) a fine settembre rimandare sempre lo stesso favo come allegato
.. per vedere che cosa riveli? Questo ultimo lo fotograferai con tutte le sue api? Grazie anticipate

Se non facciamo così ognuno potrà riferire serenamente tutto ciò che ritiene in base alle sue totali mancate nozioni circa le virosi( ben diciotto) odierne..

E' questo un motivo condiviso da Riccardo.; concretamente anche .da tutta la Bibliografia del nostro Titolare del Forum, ing. Angrisani..

E' soprattutto questa situazione che ci ha indotto a rionoscere alle api il diritto atavico di poter costruirsi interamente la loro cera
e già l'anno dopo,
se lo ritengono di non dover trovarsi sotto i piedi recedenti favi catramati, e ciò, se va vene. per tre anni come fanno i più bravi o almeno ritenuti tali..perchè i "perfidi"scelgono i cinque anni

Circa il dato dei due grammi di miele consumato.. cerca di non farlo sapere a chi sta tirando un bilancio micidiale di sue "cassette"anche in questi giorni
..
"Vedo nero!"
Non perlustro visivamente soltanto il mio giardino o prato, anche se di mille metri,
ma grazie ad un sito personale di circa 23.000 visitors
queste confidenze "anonime" vengo tristemente a conoscerle;
non c'entrano per nulla le mie poche diottrie per cui "vedo nero" secondo una diagnosi refertatami recente da un optometrista che so essere notoriamente senza licenza....

Antonov- . ugualmente un grazie. Davanti alla sincerità tutto si.. sgonfia
Ogni fiammifero si spegne.

Buona giornata a tutti
Ultima modifica di adolfopercelsi il 11/03/2012, 22:39, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
adolfopercelsi
Veterano del forum
Veterano del forum
 
Messaggi: 1487
Iscritto il: 21/09/2010, 18:47
Località: La Loggia (TO)
Sesso: Maschio
Apicoltore per: Hobby

Prossimo

Torna a Tecniche apistiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Apicoltura Cantoni Salviamo le api